zuppa di cozze Napoli

A Napoli il giovedì prima di Pasqua è solito mangiare una pietanza particolare: ‘a zuppa ‘e cozze (traduzione: la zuppa di cozze)

Si tramanda di generazione in generazione questa la leggenda:

Il giovedì prima di Pasqua, intorno alla metà del ‘700, re Ferdinando I di Borbone, golosissimo di pesce e di frutti di mare, chiese ai suoi cuochi un ricco menu a base di pesce, ma Padre Maria Rocco, benvoluto a corte e molto stimato dai Borbone, sostenendo che in piena quaresima la cena richiesta dal re fosse troppo abbondante , gli suggerì di non eccedere con peccati di gola, almeno durante la settimana santa e di prediligere un menu meno elaborato. Il re pur di non rinunciare ai suoi piatti preferiti si fece preparare un piatto meno elaborato: “‘e cozzeche dint’ ‘a connola”, zuppa di cozze con pomodoro e salsa forte ai peperoni.

La nuova ricetta inventata dal re uscì dalle cucine di palazzo e si diffuse in tutta la città.

Da quel giorno il giovedì santo nessun napoletano rinuncia alla zuppa di cozze.

Hai bisogno di aiuto
Chat con noi